Come vedere le foto private su Facebook nel 2016 [metodo funzionante]

Con questa semplice guida nessun profilo Facebook potrà resistervi, imparate a difendervi sfruttando queste debolezze.

In pochi semplici passi imparerete a vedere le foto di qualsiasi profilo Facebook. Purtroppo grazie a questo social network sono aumentati esponenzialmente stalker e pedofili, tanto da spingere alcuni governi (non il nostro) a prendere provvedimenti seri. Sappiate che Facebook non è più un luogo dove condividere i vostri pensieri e ricordi più intimi, perchè sono a disposizione di tutti.

Mi rivolgo in particolar modo alle ragazze, vi mostrerò come agiscono questi malitenzionati, in maniera davvero semplice, fregandovi in pochi minuti.

  • Non accettate richieste di sconosciuti
  • Se vi aggiunge un vostro conoscente, assicuratevi che sia veramente lui
  • Impostate il vostro livello di privacy al massimo
  • Non lasciate numero di telefono e indirizzo a Facebook, nessuno vi offrirà un lavoro, per quello c’è Linkedin.

Metodo 1

Come faccio a vedere le foto di un profilo che non è mio amico su Facebook? Ho due possibilità. O gli chiedo l’amicizia o gli chiedo l’amicizia fingendomi qualcun altro. Perchè se c’è un modo facile per entrare è  quello ovvio di mandare una semplice richiesta di amicizia. Ora, accettare una persona che non conosciamo è sconsigliatissimo: con una semplice estensione per Google Chrome come Download Fb Album Mod è facile scaricare in un click tutte le vostre foto in 1 minuto: una volta che l’estensione viene lanciata voi potete anche bloccare l’intruso, è troppo tardi. Esiste anche un sito chiamato picknzip che fa la stessa cosa. Difficilmente un farabutto userà il suo vero profilo, spesso clonerà il profilo di un vostro caro amico, perchè siete stati abbastanza ingenui da lasciare la vostra lista amici visibile a chiunque. In questo modo, chiunque può aprire un profilo a caso, con un cognome diverso dal vostro ovviamente, e copiare tutti i dati utili per passare il controllo identità quando vi arriverà la richiesta d’amicizia del vostro compagno delle medie che non vedete da 10 anni, ma che tenete comunque come amico social. Non sarete in grado di stabilire se quello è un contatto doppio perchè darete per scontata la sua buona fede. Questo maledetto potrebbe insultarvi in nome di un altro e sarebbe veramente difficile risalire al colpevole, in Italia siamo indietro anni luce su queste cose, non riusciamo nemmeno a prendere un Audi RS4 gialla con targa svizzera (unico esemplare in Italia).

Metodo 2

Perchè rischiare una denuncia quando posso sfruttare le infinite possibilità che Facebook mette a disposizione a pubblicitari e aziende di marketing? Come sapete bene, i nostri dati e le nostre preferenze vengono registrate e vendute da Facebook a terzi. Un immenso database a disposizione di tutti per creare il prodotto perfetto nel momento ideale. Cambiando semplicemente lingua del nostro Facebook, da in fondo alla pagina cliccando su Italiano e scegliendo English US, la nostra barra di ricerca diventerà un efficace strumento di stalking. Con determinati istruzioni potremo interrogare il database e chiedere per esempio quali persone di un determinato luogo hanno messo mi piace alla pagina “Prostitute” oppure scoprire un admin di una determinata pagina con pochi mi piace o peggio, vedere tutte le foto pubbliche di una determinata persona anche se non è nostra amica. A rischio zero di qualunque denuncia(!), per una vostra svista sulla privacy. Possiamo sempre usare un’estensione per Google Chrome come PictureMate, posizionarci sulla bacheca di un qualsiasi profilo e spingere il bottone magico e in pochi secondi appariranno le foto.

Cosa fanno i pervertiti con le mie foto Facebook?

Siete ragazze e siamo attratti chimicamente sin da quando esiste vita su questo pianeta. Non bisogna essere dei cervelloni per arrivarci. Io capisco che volete condividere con il mondo le vostre vacanze a Sharm in costume o le vostre sbornie con gli amici ma tenete presente che nel 2016 è molto facile prendere queste foto e usare un programma di editing come Photoshop per rendere più visibile alcune parti del corpo. Non dico quali, ve lo faccio solo vedere, usando ovviamente un soggetto maschile per ovvi motivi.

soggetto x

Immaginiamo che questo siete voi. Una persona che indossa solo una maglia (o un bikini). Con Photoshop selezionando il contorno della maglietta e premendo CTRL+L posso renderla trasparentesoggetto x dopo photoshop

Capite ora cosa intendo? Tempo dell’operazione: 20 secondi. Ora questa foto può finire su uno dei milioni di forum dove trattano di queste cose. Non sto neanche a spiegare cosa succede quando fate quelle foto con la bocca aperta. E io come faccio ad avvisarvi se non usando il mio sito? Ho sempre preso insulti o “non sono affari tuoi” quando dicevo agli interessati del pericolo. Questi discorsi li fa anche la Polizia Postale nelle scuole.

Stiamo parlando della vostra reputazione.

Come difendersi

Come vedete, questi metodi possono essere usati facilmente per invadere la vostra vita personale solo perchè non avete avuto voglia o non sapevate delle impostazioni Privacy del vostro profilo. Ora vedrete un esempio di profilo Facebook corretto, di una persona che tiene alla propria privacy: il mio. Cliccando sul vostro profilo -3 puntini (…) – Visualizza come… otterrete una pagina come la mia (se avete una privacy degna di questo nome), di come uno sconosciuto vede il vostro profilo. All’infuori del mio nome e cognome, nessuno non può sapere in che città abito, quali amici ho, che foto ho. Tuttavia può sapere su quali foto sono taggato perchè non ho potere sui profili dei miei amici. andrea d'altri facebook

 

A meno che non siate degli aspiranti Giuseppe Sapio, un profilo come il mio è l’ideale per proteggere la vostra identità: sappiate che dopo gli ultimi avvenimenti legati al terrorismo, i nostri social saranno i primi a essere perquisiti durante viaggi all’estero e il nostro datore di lavoro può licenziarci se pubblichiamo status o post non gradevoli. Pensate poi alle conseguenze di un profilo rubato perchè avete usato una password troppo debole (magari la stessa del conto paypal) e la solita mail. Per lo stupido facebook potete anche usare tempmail.org, che vi da un mail temporanea giusto per attivare il profilo, lo stesso fanno i pedofili. Si fa prima.

Prendetevi cinque minuti per settare il vostro profilo in maniera corretta.

Dal triangolino a rovescio in alto a destra, selezioniamo Impostazioni – Privacy e copiate le mie impostazioni

privacy corretta

Continuiamo su Diario, appena sotto Privacy

diario corretto

Le altre modifiche sono da fare direttamente sul profilo, tab Informazioni. Rimuovete pure la città e il luogo di nascita, i vostri amici lo sanno. Lo stesso per il numero di telefono e la mail. Impostate gli altri dati visibili solo a voi.

Se qualcuno vi infastidisce, non perdete tempo a insultarlo. Bloccatelo.

Siete davvero a conoscenza dei pericoli di Facebook? Fate un test privacy su takethislollipop.com

Prendete in considerazione di cancellare il profilo. Se per caso vi bloccano il profilo, Facebook vi chiederà documenti come il vostro passaporto o la cartà d’identità. Siete davvero sicuri di forniglieli? Pensate sempre a quello che potrebbe farci un malitenzionato con quei documenti, semplicemente pensate. Pensate sempre. Cosi potrete essere un passo avanti.

(Visited 45.999 times, 23 visits today)

Commenti

commenti

I commenti sono chiusi.